“Per mantenere il mio impegno solenne di proteggere i cittadini americani, gli Usa si ritireranno dall’accordo sul clima di Parigi ma cominceranno dei negoziati” per ottenere delle condizioni giuste per gli Stati Uniti. Con queste parole il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha annuciato, in un Giardino delle rose della Casa Bianca assolato e pieno di giornalisti, la sua attesa decisione sull’accordo di Parigi. Ma il no è arrivato immediatamente da una dichiarazione congiunta di Italia, Francia e Germania, diffusa poco dopo il termine dell’intervento: i tre Paesi europei affermano di credere fermamente che l’accordo di Parigi non possa essere rinegoziato.

“Prendiamo atto con rammarico della scelta degli Usa di ritirarsi dall’accordo universale sui cambiamenti climatici di Parigi che resta una pietra angolare nella collaborazione tra i nostri Paesi per affrontare efficacemente e tempestivamente i cambiamenti climatici” ma “consideriamo il momento generato a Parigi nel dicembre 2015 irreversibile e con fermezza crediamo che l’accordo di Parigi non possa essere rinegoziato perché è uno strumento vitale per il nostro pianeta, la società e le economie”, affermano il premier Paolo Gentiloni, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Emmanuel Macron. …

CONTINUA

Leave a Reply