Enduro21.com – WEBB, WALKER & BLAZUSIAK HEAD KTM SUPERENDURO DREAM TEAM

Cody Webb joins Taddy Blazusiak and Jonny Walker as KTM put forward a strong trio for the SuperEnduro World Championship.

With the return of Webb to the fray, it seems KTM are very much intent on winning back the world crown Colton Haaker has held from them for the last two years.

After a year’s absence from SuperEnduro, newly crowned AMA EnduroCross champ Webb joins Walker and a returning Blazusiak for the five-round series.

Twice a runner-up in the SuperEnduro series, Webb came within two corners of being crowned world champion in 2016.

Fresh off his dominating run in EnduroCross, Webb is coming in hot to Poland this Saturday and starts as a definite title contender.

CONTINUA

KTM 300 EXC TPI 2018

4 tempi, fate bene attenzione: questa enduro potrebbe darvi molto filo da torcere. Se cerchi una coppia molto generosa in basso e sorprendente in alto, un telaio leggero e pronto ad alzarsi in qualsiasi occasione, prova questa saettante 300 cm³ a iniezione.

MOTORE

Quando si parla di rapporto peso-potenza ottimale ed eccezionali prestazioni specifiche per l’enduro, a farla da padrone è il motore della nuova KTM 300 EXC TPI. Presenta una nuovissima iniezione elettronica TPI, che sarà un nuovo punto di riferimento nel segmento delle offroad a 2 tempi da competizione. Inoltre, grazie alla sua moderna architettura con componenti di fascia alta, come il motorino d’avviamento elettrico ben protetto, un nuovo cilindro con due iniettori e alberino di comando, un cambio enduro a 6 marce e una frizione DDS azionata idraulicamente, la KTM 300 EXC TPI sarà la scelta migliore quando il gioco si fa duro.


CILINDRO

Il nuovo cilindro della KTM 300 EXC TPI, con un alesaggio di 72 mm, è dotato di un sofisticato alberino di comando che fornisce una potenza davvero omogenea e controllabile. Per l’applicazione dell’iniezione elettronica, il nuovo cilindro presenta due cupole laterali che sostengono gli iniettori che immettono il carburante nei travasi posteriori. Lo spruzzo verso il basso degli iniettori garantisce l’eccellente nebulizzazione del carburante con l’aria spinta verso l’alto. Di conseguenza, si riduce la perdita di carburante non bruciato, ottenendo una combustione più efficiente e consumi ridotti. Un tubicino sul retro del cilindro è collegato a un sensore di pressione di aspirazione, che trasmette i dati sulla pressione alla centralina. Inoltre, grazie alle due molle in dotazione per l’alberino di comando è possibile cambiare l'”umore” della moto in pochi secondi. Impostazioni infinite in funzione dei tracciati e ampia scelta di preferenze.


POMPA DELL’OLIO

Per chi possiede una KTM EXC TPI, premiscelare il carburante per le 2 tempi sarà solo un ricordo. Una pompa elettronica immette l’olio nel sistema di aspirazione del motore, prelevandolo dal suo serbatoio e facendolo passare attraverso il corpo farfallato, e assicura la perfetta miscela olio-carburante in ogni condizione e a qualsiasi velocità. Questo sistema, che riduce il fumo in uscita dall’impianto di scarico fino al 50% rispetto ai modelli precedenti, è gestito dalla centralina sulla base dei giri del motore e del carico misurato dal TPS (sensore posizione farfalla). La capienza del serbatoio dell’olio, pari a circa 0,7 litri, è sufficiente per 5-6 rifornimenti di carburante: passerai meno tempo a controllare i livelli e più a guidare.


CARTER MOTORE

Allo scopo di avere un’ottimale centralizzazione delle masse, i carter pressofusi leggeri mantengono l’albero della frizione e l’albero a gomiti in una posizione alta, vicino al baricentro. A tutto vantaggio di una migliore guidabilità. Inoltre, questa configurazione ha permesso di installare un controalbero di bilanciamento. Potrai così guidare rilassato senza sacrificare la velocità. Inoltre, il tuo nuovo motore preferito sembrerà sempre perfetto come il giorno in cui l’hai comprato: la superficie dalla struttura intelligente dei coperchi del motore riduce infatti l’usura causata dagli stivali.


CONTROALBERO DI BILANCIAMENTO

Puoi dire addio a piedi e mani intorpiditi. Il design del motore permette di installare un controalbero di bilanciamento laterale al fine di ridurre al minimo le vibrazioni. Sai bene cosa significa: più comfort, meno fatica, più relax.


CAMBIO

Il cambio Enduro a 6 marce presenta rapporti lunghi (wide-ratio) specifici per l’enduro e assicura un cambio preciso e agevole. Tenendo sempre a mente la sicurezza, l’evoluto design della leva del cambio “No Dirt” impedisce allo sporco di bloccare il giunto di snodo. Perché, anche chi ama lo sterrato, odia la terra quando si incastra nei posti sbagliati.


CORPO FARFALLATO

Il motore TPI monta un corpo farfallato di nuova concezione realizzato da Dell`Orto, con un diametro di 39 mm. Il flusso d’aria è regolato da una valvola a farfalla con un eccentrico di comando acceleratore a doppio cavo, azionato da un nuovo gruppo acceleratore. Un sensore posizione farfalla fornisce alla centralina i dati relativi al flusso d’aria, mentre una vite di bypass permette di regolare il minimo. Anche il dispositivo di avviamento a freddo apre un bypass immettendo più aria. Tramite un tubo di aspirazione, l’olio fornito dalla pompa viene mischiato con l’aria in entrata per lubrificare le guarnizioni dell’albero a gomiti così come il cilindro/pistone ecc.


IMPIANTO DI SCARICO

Prodotto da WP Performance Systems, questo tubo nichelato è ripreso dal modello a carburatore ed è stato progettato per ottenere una fascia di potenza ottimale e le migliori prestazioni possibili del motore. Un moderno processo di produzione 3D garantisce la massima precisione e affidabilità del tubo, per cui questo purosangue è tenace quanto forte.


FRIZIONE

La KTM 300 EXC TPI utilizza la frizione DDS (Damped Diaphragm Steel) sviluppata da KTM con campana d’acciaio antiusura, dischi estremamente resistenti alle alte temperature e nuove camicie in acciaio nitrato. Questo design intelligente è contraddistinto da una molla a diaframma al posto delle tradizionali molle elicoidali, semplificando notevolmente l’operazione di azionamento della frizione. La molla a diaframma lascia inoltre lo spazio sufficiente per integrare un sistema di smorzamento all’interno del mozzo della frizione, a garanzia della durevolezza e di una buona trazione. Questa frizione idraulica Brembo assicura facilità di azionamento e controllo preciso.


SISTEMA DI GESTIONE MOTORE

Il sistema di gestione del motore (EMS) dei modelli TPI vanta una nuova centralina posta sotto la sella. La centralina determina i tempi di accensione, mentre la quantità di carburante da immettere dipende dalle letture di diversi sensori, come la pressione di aspirazione e la pressione atmosferica, la posizione farfalla, la temperatura dell’olio e dell’acqua. Grazie alla compensazione di altitudine e temperatura, il pilota non deve più preoccuparsi di perdere tempo ad armeggiare.


ALTERNATORE

I modelli TPI sono caratterizzati da una maggiore tensione dell’alternatore da 196 W (come nei fratelli EXC a 4 tempi) per rispondere ai requisiti del sistema di gestione del motore in termini di energia erogata. Il nuovo sistema di regolazione montato sul lato sinistro della testa di sterzo è ripreso dai modelli EXC-F.


PEDANE

Le sofisticate pedane con soluzione “No Dirt” impediscono il bloccaggio dello snodo anche quando si è impantanati in solchi profondi. Le pedane dei modelli Enduro sono posizionate 6 mm più in alto rispetto alle versioni SX, a tutto vantaggio di una maggiore luce a terra. Ma sono intercambiabili a piacimento.


CASSA FILTRO

The air filter box design offers maximum protection of the air filter against soiling, while ensuring maximum airflow. The EXC TPI models get a new intake snorkel designed for the new throttle body while also hosting an air temperature sensor. The large Twin Air air filter is mounted on a stiff cage, which at the same time holds the system in place. This design is so simple, you could still pop a fresh one in with a face full of mud. Without tools. In seconds.


BATTERIA E CABLAGGIO

Una potente batteria agli ioni di litio eroga energia al motore e contribuisce alla leggerezza della moto. La batteria leggera e il cablaggio sono raccolti in un vano sopra la cassa filtro, per permettere al meccanico di rimuovere il telaietto posteriore senza essere ostacolato dalla parte elettronica. Perché un meccanico felice è anche un bravo meccanico.


MANUBRIO

Gli ingegneri KTM indubbiamente sanno come trattare i manubri. Questo manubrio rastremato, realizzato da NEKEN in alluminio ad alta resistenza, è dotato di un gruppo acceleratore che ora ha un doppio cavo per i modelli EXC TPI proprio come per i fratelli a 4 tempi, con un nuovo corpo in alluminio con doppio cavo e una regolazione semplice in diverse posizioni. Sul lato destro, una manopola vulcanizzata, mentre su quello sinistro è montata una comoda manopola ODI tipo lock-on con collarino di serraggio che evita l’uso di fili o colla. Su tutti i modelli è possibile montare sul manubrio un interruttore di mappatura opzionale per selezionare una mappatura alternativa, in modo da essere pronti ad affrontare qualsiasi condizione.


RUOTE

Le ruote delle EXC hanno mozzi leggeri lavorati a CNC e cerchi Giant di fascia alta che garantiscono la massima stabilità con il minimo peso. Le ruote montano gli pneumatici Maxxis, perfetti per avere prestazioni impeccabili nell’offroad e stabilità su strada.


SERBATOIO

Questo è un serbatoio in polietilene leggero da 9,25 litri. I modelli EXC TPI sono dotati di un sistema di pompa del carburante integrato e di un trasduttore del livello di carburante supplementare, così saprai sempre quando stai per restare a secco.


SISTEMA DI RAFFREDDAMENTO

Attraversando il triangolo del telaio, il collaudato sistema di raffreddamento KTM porta il liquido dalla testa cilindro direttamente ai radiatori WP in alluminio. La ventola del radiatore KTM PowerParts aggiuntiva, che i piloti possono aggiungere a questa 2 tempi a iniezione, è ora regolata dalla centralina, in altre parole non serve più nessun termointerruttore. Grazie alla circolazione interna a flusso ottimizzato e alla ventilazione dell’aria calcolata tramite CFD, il sistema vanta un’efficienza straordinaria. Inoltre, le nuove protezioni del radiatore offrono una migliore dissipazione del calore. Specialmente nel fango. Sono tra l’altro integrate nella parte anteriore degli spoiler, per proteggere i radiatori in caso di collisioni.


SOVRASTRUTTURE

La divisione R&D di KTM, KISKA Design e i piloti ufficiali hanno partecipato alla definizione delle parti in plastica con un unico obiettivo: un’armonia completa tra pilota e moto. Ergonomia e punti di contatto perfetti offrono il massimo comfort di movimento in sella alla EXC. Le strutture I-beam dei parafanghi anteriore e posteriore garantiscono la massima stabilità e un peso contenuto grazie a una realizzazione e a un montaggio ben studiati. Inoltre, rimangono pulite più a lungo. L’intelligente instradamento del tubo del freno sul portanumero anteriore previene l’usura.


GRAFICHE

Le nuove grafiche esprimono lo stile READY TO RACE della linea KTM EXC 2018.

OFFICIAL SITEWEB

Enduro21.com / HUSQVARNA FOLLOW KTM WITH TWO-STROKE FUEL INJECTION ENDURO

Following last month’s announcement that KTM will release their 2018 two-stroke enduro bikes as fuel injection models, Husqvarna will now also do the same.

Husqvarna Motorcycles proudly announce the introduction of their next generation fuel-injected two-stroke enduro motorcycles. 

Perfectly embodying the brand’s pioneering spirit, the new from the ground up 2018 TE 250i and TE 300i machines will feature engine technology that is set to revolutionise the field of two-stroke enduro motorcycles. 

Enjoying over a century of uninterrupted design, development and production, Husqvarna Motorcycles are now set to add another benchmark to their impressive timeline of innovations. 

Being one of the oldest motorcycle manufacturers, and the first company to ever produce a purpose-built offroad bike, Husqvarna Motorcycles have always been a great advocate of two-stroke technology. 

From Rolf Tibblin’s first Motocross European Championship in 1959 to the golden age of motocross during the 60s and the 70s, Husqvarna has remained a dominant force in the segment of high-performance two-stroke offroad motorcycles. 

With their new generation of fuel-injected two strokes arriving soon, Husqvarna Motorcycles will proudly start a new chapter in their history of pioneering innovation and forward-thinking development. 

This revolutionary new technology will go into production in June.

Additional information about Husqvarna’s MY18 two-stroke enduro models will be released on May 30, 2017.

SOURCE LINK

Enduro21.com / LOCAL FOCUS — SEAN KOELLER

Racing both the AMA National Enduro Championship and ECEA series, Sean Koeller takes centre stage in this Local Focus.

Born and raised in northern New Jersey, USA, 26-year-old Koeller has always had dirt bikes on the brain due to his family’s dealership Town & Country Cycle Center

Starting things out with Hare Scrambles, he switched to motocross at the age of 16. Hard work and living at training facilities like Club MX and JWTF saw him finally achieve a major life goal obtaining a Pro motocross license.

“I raced some Canadian pro motocross and Unadilla during my first year as a pro, which was surreal,” tells Koeller. 

“Unfortunately the following year I hurt my back at Muddy Creek during qualifying and after having surgery I decided I needed to hang up the motocross boots.

“During one of my stays at the Jimmy Weinert Training Facility I started to work as fitness trainer and helped with riding schools, which I really enjoyed, so after I left I decided to start my own riding school, Final Moto MX Training. I was able to do that while I was hurt but now that I’m racing full-time again means it’s super enjoyable too.”

TO BE CONTINUED

Motocross.it / EnduroGP Finlandia. Padroni di casa

I responsi del primo Gran Premio dell’anno hanno rispecchiato i pronostici della vigilia. Sugli innevati e ghiacciati terreni finlandesi la superiorità tecnica dei piloti locali ha fatto la differenza. In tutte le classi si sono imposti gli specialisti finnici a riprova del fatto che in casa loro, in queste condizioni, non ce n’è per nessuno.

Nella classe E2 netto il dominio di Eero Remes in entrambe le giornate di gara. Sui 400 chilometri di percorso di sabat (15 prove in linea) e sui 280 di domenica (11 crono) l’ufficiale TM è risultato il più veloce. Il primo giorno ha avuto la meglio del connazionale Henric Stigell (Husqvarna) e del non finnnico Pascal Rauchenecker (Husqvarna), domenica si è imposto su un Josep Garcia (Husqvarna) a corto di allenamento per via dell’infortunio di inizio stagione e di nuovo su Stigell. Undicesimo entrambi i giorni di gara Davide Guarneri (Honda RedMoto), non a proprio agio con le ruote chiodate.

Nella EnduroGP altra doppietta di un pilota finlandese. Sui terreni di casa Antti Hellsten (Husqvarna) è stato infallibile. Sabato si è messo alle spalle una vecchia conoscenza del Mondiale Enduro, Marko Tarkkala (Husqvarna), e Aleksi Jukola (KTM), per un podio tutto finlandese. Quarto il campione in carica Matthew Phillips (Sherco) e quinto il Campione E3 Steve Holcombe (Beta), costretto a correre buona parte della gara con il freno anteriore rotto. …

To Be Continued

EnduroGP Finlandia. Padroni di casa

Enduro21.com / SUPERENDURO TRACK MAP FOR GP OF EUSKADI IN BILBAO SPAIN

SuperEnduro roars back into life this weekend with the series heading to Bilbao in Spain for the GP of Euskadi.

The Moto Club Aiala are already busy building the track inside the Bizkaia Arena. 

It will be three hundred meters in length and will house two colourful pyramids – one wood and the other, earth and stones, a pair of tyre jumps, the usual sections of logs, curves of sand, stones and logs, and, finally, two superb steps, one and two metres each.

Enduro21 / WATCH HOW JARVIS WON ALESTREM!

After almost seven hours of racing and 170 kilometres, Alestrem victory came down to the final hundred metres. Mario Roman almost had it, but despite running on empty, Graham Jarvis had one last trick up his sleeve.

In daylight this section was nasty, in darkness pure brutal — these guys make it look too easy…

SOURCE LINK